Performance


OASI (2014)

Installazione adattiva scultoreo-musicale
Progetto plastico spaziale di Licia Galizia
Planofoni e musica di Michelangelo Lupone
Lastre sensibili in vetroresina incise e verniciate, legno
Misura ambiente
MACRO – Spazio sensoriale, Roma, 2014

OASI è il risultato artistico di un progetto di ricerca denominato ADAMO (Adaptive Art and Music Opera) promosso da Space Italia, realizzato dal CRM - Centro Ricerche Musicali di Roma con il sostegno di Filas - Regione Lazio.

OASI è un’installazione scultoreo-musicale, un luogo di esperienza multisensoriale, un ambiente immersivo e interattivo in grado di mutare nel tempo, di adattare e sviluppare la forma musicale in relazione ai gesti del fruitore.
Tutte le componenti espressive di Oasi sono correlate e integrano l’ascolto, il tatto e la visione.
L’installazione presenta due aree contigue e interconnesse, caratterizzate ciascuna da un punto di convergenza dove il fruitore può stabilire un dialogo intimo con la musica e dar vita alle sue mutazioni cogliendone la coerenza con le forme plastiche e le caratteristiche della materia.
Nella prima area elementi vibranti si inseriscono nelle pareti e nel pavimento assumendo un andamento sinuoso, come vele mosse dal vento.
Gli stessi elementi irradiano il suono con proprietà diverse, costruendo, intorno al visitatore, una musica dinamica e avvolgente con traiettorie che guidano la percezione di uno spazio virtuale in elevazione.
Nella seconda area elementi mobili sono sospesi al centro di un nucleo che accoglie il fruitore. La musica generata e modulata dalle forme plastiche, le mutazioni di calore e di vibrazione della materia guidano la percezione di una discesa verso il basso, un avvicinamento ad un punto focale generativo.
Tutti gli elementi dell’installazione sono sensibili alla posizione, al movimento, al contatto con il fruitore; le superfici incise, forate, piegate, propongono una lettura tattile dei segni e dei modi di vibrazione correlati alla partitura musicale.

 

OASI (2014)
Adaptive sculptural-musical installation
Sensible engraved and painted plates in fibreglass, wood

OASI is the artistic result of a research project named ADAMO (Adaptive Art and Music Opera) promoted by Space Italia and realized by CRM – Centro Ricerche Musicali (Rome) with the support of Filas-Regione Lazio.

OASI is a sculptural-musical installation, a multi-sensorial experience space, an immersive and interactive environment, which can change, adapt and develop the musical form in relation to user’s gestures.
All the expressive components of OASI are related to each other and integrate listening, touch and view.
The installation presents two adjoining and interconnected areas; each one has a point of convergence, where the user can establish an intimate dialogue with music and give life to its mutations while acknowledging its coherence with plastic forms and material characteristics.
In the first area the vibrating elements are inserted in the walls and floor, evolving in sinuous shapes, like sails shaken by the wind.
The same elements irradiate the sound with different features, building a dynamic and embracing music around the visitor, with trajectories which guide the perception of a virtual space in elevation.
In the second area mobile elements are suspended in the middle of a nucleus which embraces the user. Music generated and modulated by plastic forms, together with heat and vibration mutations of the matter guide the perception of a descent, of an approach to a focal generative point.
All the elements of the installation react to the position, the movement and the contact with users; the surfaces are carved, pierced, folded and they propose a tactile lecture of signs and of modes of vibration related to the musical score.